DIVINITÀ DI TRAMITE E COMUNICAZIONE NON-VERBALE. OLTRE I CULTI EGIZI: VETTORI TRACI NELLA DEVOZIONE POPOLARE DI ETÀ ROMANA A TURRIS LIBISONIS

Alessandra La Fragola

Abstract


Tracce di antichi culti traci, tra la popolazione dell’antica Turris, prospettano nuove direttrici e interessanti indizi riguardo la religiosità e le genti della colonia romana, che travalicano i meglio noti ed attestati culti di origine egizia, assimilati nei riti ufficiali e nei settori più alti della compagine sociale d’élite. Direttrici che passano sempre e comunque per la sorella maggiore Ostia che contribuisce, in maniera pregnante, al diffondersi di prassi religiose e sociali nella Nurra e non solo.

Remnants of ancient thracian cults, among the people of the ancient Turris, point out new directions and interesting clues about religiosity and population of the roman colony, going beyond the better known and attested cults of Egyptian origin, assimilated in official rites of the elite society. Anyway this vectors always pass through Ostia, the elder sister-town, which greatly contributes to the spread of religious and social practices in the Nurra and not just in it.  


Keyword


Sardegna romana, Turris Libisonis, culti, Ostia, necropoli, Roman Sardinia, cults,necropolis

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quaderni (ISSN 2284-0834) by Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.