La villa di Tigellio. Una storia di noi

Giovanna Pietra

Abstract


Si ha, visitando il complesso archeologico cagliaritano noto come Villa di Tigellio, una sorta di smarrimento, ingenerato da uno scenario un po’ incomprensibile e un po’ incompreso, quattro sassi disordinati, appesantito da uno stato di conservazione precario. L’urgenza di fare fronte al degrado, determinato dall’azione combinata della lunga esposizione agli agenti atmosferici di strutture fragili e deperibili e della, costante, assenza di risorse, va di pari passo con la necessità di riprendere il filo della conoscenza di questo frammento della Cagliari romana che, a fatica, convive nella nostra e con la responsabilità di interrogarsi su quale sia il senso di tale convivenza.
 
Visiting the archaeological site known as Villa di Tigellio in Cagliari you have a kind of bewilderment, produced by a scenery a bit incomprehensible and a bit misunderstood. The embarrassment is charged by a precarious state of conservation, determined by the combined action of a long exposure to atmospheric agents of fragile and perishable structures and decorations and a permanent lack of resources to protect them. The urgent need to put in place actions to struggle the deterioration goes hand in hand with the need to resume the thread of knowledge of this little part of Roman Cagliari that, with some difficulties, coexists in ours and with the responsibility of questioning what the meaning of this coexistence is.


Keyword


Cagliari, Tigellio, domus, villae, archeologia urbana, conoscenza, tutela, conservazione, valorizzazione, urban archaeology, knowledge, safeguard, conservation, valorisation

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quaderni (ISSN 2284-0834) by Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.